Sul mercato si può trovare una grande varietà di lampade UV, con due oppure più bulbi, aventi una maggiore potenza a 18 Watt, un timer, il display per poter visualizzare i secondi, ma ciò che è molto rilevante è la possibilità di scegliere il modello maggiormente adatto alle personali esigenze, come potete vedere in questo articolo sui fornetti per unghie.

Tipologie dei fornetti per unghie e fattori che influenzano il prezzo.

Bisognerà innanzitutto effettuare una grande distinzione, ossia se si utilizzerà la lampada per un utilizzo professionale oppure soltanto autodidattico, tra le lampade UV  disponibili in commercio, in particolare sono molto apprezzate queste:

-USpicy 12W;

-NailStar Professional;
-Abody SUNone UVLED;

-Macom Star Light;

-Abody UVLED 9S.

Naturalmente è molto probabile che si abbiano esigenze diverse e allora si possano preferire altri modelli, ma potrebbe comunque essere utile formare una personale classifica di preferenze, e scegliere il modello maggiormente adatto alle proprie esigenze, il tuo ovviamente potrebbe essere anche influenzato dall’ammontare del budget da dedicare a tale tipo di prodotto e le offerte che si potranno trovare in internet.

Ciò che in tanti si chiedono è se se le lampade UV fanno male, visto che bisogna proteggersi dai raggi ultravioletti, difatti, d’estate sono molti gli spot pubblicitari che ricordano l’importanza di acquistare creme protettive contro  proprio i dannosi raggi UV. Quindi pure le lampade UV hanno bisogno di protezioni per le mani, e sul mercato sono disponibili specifici guanti da estetista, che sono utili proprio per poter proteggere le  proprie mani oppure quelle di chi si espone ai raggi UV, lasciando ovviamente le unghie da dover decorare scoperte. In tal modo il trattamento ricostruttivo a cui saranno sottoposte le unghie non potrà mai essere richioso da arrecare eventuali danni alla salute.

Un’altra importante precauzione da dover prendere è quella di evitare di guardare direttamente la luce che viene emessa dai bulbi al suo interno, perchè i raggi sono dannosi pure per la propria vista. Inoltre, è tanto importante il rispetto dei tempi di polimerizzazione dei diversi gel, perchè se questi resteranno sotto la lampada per un tempo eccessivo, potrebbero indurirsi in modo eccessivo e non aderire perfettamente  in modo ottimale al letto ungueale, con derivante distaccamento. Ciascun liquido oppure gel indurente, che si tratti di ricostruzione oppure semipermanente, di differente produttore, avrà un tempo di polimerizzazione diverso dall’altro, per tale ragione, sarà opportuno leggere in modo attento le indicazioni che sono riportate sulla confezione ed attenersi in modo rigoroso ad esse.

Sul mercato i vari fornetti disponibili presentano prezzo differente in funzione del numero di bulbi  che sono presenti all’interno della confezione e della relativa potenza, oltre che ai relativi ricambi, il prezzo potrebbe variare da un minimo di 25 euro a più di 100 euro.

 

Come scegliere il miglior fornetto per unghie