Fra le bistecchiere elettriche in commercio, ci sono tipologie di prodotti in cui la piastra superiore potrà essere riscaldata indipendentemente rispetto a quella inferiore, dunque sarà possibile poterla regolare in base alle proprie necessità.

Le funzioni di una bistecchiera elettrica.

Le tipologie di cottura potranno essere regolati in modo autonomo o si potranno usare preimpostati programmi, le bistecchiere  dunque, non solo potranno venire usate per poter cuocere la bistecca, ma pure per poter grigliare le verdure e riscaldare panini imbottiti. Alcuni la usano addirittura per la preparazione di caldarroste, naturalmente secondo l’utilizzo, i modi di uso dovranno essere differenti, come illustrato in questa pagina.

Le modalità di cottura e di uso saranno in sostanza tre:

-cottura con bistecchiera chiusa, la tipologia di cottura indicata per la bistecca ad esempio, in modo che possa risultare imbrunita su ambedue le superfici che vanno in contatto con la piastra inferiore e quella superiore scanalate.
-Cottura a bistecchiera aperta, in tal caso la carne dovrà essere rivoltata, e le superfici di uso allora si raddoppiano.
-Cottura mediante la piastra superiore sollevata, tale tipologia è usata per poter ad esempio gratinare il pane.
Le funzioni possibili relative alle bistecchiere elettriche sono davvero tante, presenti in quantitativi maggiori nei modelli di fascia alta e sono :

-tasto on-off per accendere e spegnere la bistecchiera, è usato dopo l’inserimento della spina, talvolta l’accensione avvenuta è segnalata da una luminosa spia.

-Manopola per regolare la temperatura, tale funzione è tanto importante, in particolare se si stima di usare la bistecchiera per più tipi alimentari. La regolazione delle temperatura richiederà la conoscenza dei tempi di cottura delle pietanze, ma pure poter scegliere a seconda del personale gusto, ad esempio se si preferisce mangiare una bistecca al sangue oppure più cotta. A volte le bistecchiere di fascia alta dispongono di sensori, che vanno ad indicare quando l’alimento sarà cotto.
Delle bistecchiere inoltre, sono dotate anche di programmi preimpostati di cottura, ciò in genere riguarderà prodotti di elevate qualità, in tal caso si potranno utilizzare scegliendo i programmi, quali cottura pesce, carne, pollo, verdure, hamburger e pane. Ed alcuni modelli dispongono  anche di una funzione di scongelamento da poter comodamente usare al bisogno.
Nei modelli maggiormente avanzati potranno esserci sensori di spessore che vanno a regolare la temperatura a seconda dello spessore delle pietanze.
E sempre nei prodotti maggiormente avanzati si potranno trovare luminosi indicatori che informeranno sullo stato di cottura degli alimenti.

Infine, nei prodotti ad utilizzo casalingo di qualità, viene inserita la temperatura massima raggiunta, pertanto per un prodotto buono, dovrebbe essere di 230 gradi almeno, ci sono comunque modelli semiprofessionali capaci di poter raggiungere temperature di 300 gradi.

 

 

Differenti delle bistecchiere secondo le tipologie di cottura